Associazione Amici di Pisa

ADP e CPATA scrivono al Ministro Toninelli: le prescrizioni su Peretola ci sono dal 2003

PDFStampaE-mail
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
ed il COMITATO  PICCOLI  AZIONISTI  TOSCANA  AEROPORTI

a  tutti  i quotidiani  locali e nazionali

Pisa, 23 Luglio 2018

Preg.mo Ministro On. Danilo Toninelli,

con rammarico, leggiamo i giudizi offensivi rivoltegli dal Presidente del Consiglio Regionale Toscano, Eugenio Giani, da cui ci dissociamo. Evidentemente Giani non conosce il bon ton che il ruolo istituzionale ricoperto richiede. Potremmo documentare le inesattezze grossolane, pro Peretola, più volte proferite da Giani, ma mai gli abbiamo attribuito “incompetenza”, per rispetto istituzionale.

Aggiungiamo che il Sindaco di Firenze Nardella, come sta accadendo a Venezia, vuole diminuire il flusso turistico su Firenze.

Il Governatore Enrico Rossi, dichiara di aver fatto la spending review delle varie infrastrutture toscane e che occorre investire sul Galilei, per ampliarne il terminal e per dotarlo di una terza pista (soluzione all'inquinamento acustico ed atmosferico sulla città). Chiede anche di migliorare i collegamenti ferroviari Firenze/Pisa e contemporaneamente di mettere in sicurezza il Vespucci, garantendogli un modesto sviluppo da City Airport.

Pensiamo che la project review da lei prospettata possa mettere tutti d'accordo. Le ricordiamo che il suo predecessore Del Rio l'aveva già richiesta nel DEF del 2017, senza però suscitare le ire di nessuno. Poiché la messa in sicurezza e lo sviluppo del Vespucci erano già imposti dal Decreto Ministeriale 676/2003 e da un Decreto Decisorio del Presidente della Repubblica, bastava ottemperare dal 2003 alle relative prescrizioni.

Chieda a Giani perché la Regione, come imposto dai Decreti, non ha mai verificato l'ottemperanza a tali prescrizioni, tuttora obbligatorie ed emesse proprio per evitare gl'incidenti già verificatisi.

La Regione Toscana era anche azionista di AdF, quindi aveva un doppio obbligo di ottemperare a tali prescrizioni, che attuate avrebbero garantito un quindicennio di maggior sviluppo e gli utili da poter reinvestire in autofinanziamento sul Vespucci.

Condividendo l'intento di poter effettuare una project review, rispondente a legittime aspettative, ma rispettosa di regolamenti e normative, anche internazionali, ma compatibile con la congiuntura economica nazionale, le esprimiamo piena solidarietà e le auguriamo buon lavoro.

Il Presidente dei Piccoli Azionisti T.A               Il  Presidente Associazione degli Amici di Pisa

Dott. Gianni Conzadori                                            Dott. Stefano Ghilardi
 

60° DE "LO DIE DI SANTO SISTO".

PDFStampaE-mail

Pisa, Venerdì 06 Luglio  2018,  2019 in stile pisano

A  tutti  i  Soci loro indirizzi

OGGETTO: 6 Agosto 2018  “Die di Santo Sisto”, data memorabile nella Storia di Pisa.

Con orgoglio pisano colgo l’occasione per informarVi che Sabato  6 Agosto p.v. si svolgerà lo “Die di Santo Sisto e della Riconoscenza” presso la Chiesa di San Sisto in Corte Vecchia in via Corsica, evento giunto al 60° appuntamento.

Il programma prevede alle ore 18, dopo un corteo storico,con la presenza delle autorità, la deposizione della Corona d’Alloro sulla lapide ai Caduti lato via Corsica della Chiesa ed a seguire, deposizione di un omaggio floreale al busto argenteo di San Sisto e scolpito dal Prof. Antonio Fascetti, nostro Presidente Onorario e socio fondatore degli AdP. La Santa Messa sarà officiata da Don Francesco Barsotti al termine della quale il Presidente presenterà la manifestazione.

Dopo, la professoressa Monica Baldassarri ci parlerà di “Pisa, il Mediterraneo mediovale e la ceramica. Una “rivoluzione” tecnologica dalle importazioni alle produzioni locali.

Su delibera del Consiglio Direttivo, quest’anno, i premiati come Soci d’Onore della nostra Associazione saranno:

l’Avv. Lorenzo Gremigni per il fondamentale  contributo alla conoscenza di Pisa e del vernacolo pisano,

il Cav. Dino Martelli della famiglia Martelli per il loro notevole contributo alla conoscenza della Cucina pisana, creando la pasta per Pisa (fusilli) per ricordare l’antica arte dei pastai pisani risalente all’anno 1284, ed infine alla

sig.ra Valeria Tognotti per l’impegno profuso: alla diffusione della tradizione storica pisana alle nuove generazioni.

A fine cerimonia ci ritroveremo con i Soci ed i Simpatizzanti per la cena sociale che si svolgerà presso un locale del centro storico.

Si prega di contattarci tramite il nostro sito internet: posti limitati.

Il Presidente

Stefano Ghilardi


Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (diesansisto invito 2018-3.pdf)Lo Die di Santo Sisto 2018. 60a edizione 572 Kb
 

Peretola. Giani contro il Ministro Toninelli. ADP e CPATA chiedono rispetto delle regole

PDFStampaE-mail
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
e COMITATO  PICCOLI  AZIONISTI  TOSCANA  AEROPORTI
A  tutti  i quotidiani  locali e nazionali

Pisa, 18 Luglio 2018
Oggetto:  Giani contro Toninelli sul progetto nuova pista fiorentina
Il potenziamento del Vespucci, sottoscritto ora nel patto di fine legislatura dal PD ed Enrico Rossi, ha ridato fiato ai fiorentini, ostili alla project review del Ministro Toninelli. Addirittura Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale, ha tuonato, senza rispetto istituzionale con: “…le affermazioni di Toninelli mi fanno pena per la sua impreparazione…”.
Il Ministro dovrebbe rispondergli per le rime, contestandogli la disinformazione del suo comunicato 1535, del 13.11.2017, in cui affermava che: “..la decisione per la nuova pista parallela all'autostrada, lunga tra 2000 e 2400m, è decisione già presa nel 2012, con la presentazione del PIT…, ricordandogli che l'approvazione del PIT, con la variante della nuova pista da 2000 m., è avvenuta solo il 16. 07. 2014 e  che ENAC ha approvato il Master Plan del nuovo aeroporto Vespucci, con la pista da 2400m il 3. 11. 2014, ma che il TAR, l'8.08.2016 ha bocciato la pista, sia da 2000 che 2400m e che senza intervento del Consiglio di Stato, tale sentenza è esecutiva.
Inoltre il Ministro dovrebbe chiedere perché giudizi sprezzanti non sono stati rivolti anche a Del Rio, che già aveva richiesto la project review del nuovo Vespucci?  Infine dovrebbe contestargli la mancata verifica da parte della Regione Toscana dell'ottemperanza alle prescrizioni ministeriali del 2003, tuttora obbligatorie, che avrebbero consentito l'allungamento dell'attuale pista, per la sua messa in sicurezza ed evitare il ripetersi d'incidenti, già avvenuti. La VIA del 2003, confermata anche da un Decreto Decisorio del Presidente della Repubblica, avrebbe garantito 15 anni di maggior sviluppo societario ed evitato le attuali lagnanze!

Il Presidente del Comitato Piccoli Azionisti TA
Dr. Conzadori Gianni
Il Presidente dell'Associazione Amici di Pisa
Dr. Stefano Ghilardi

   

ADP e CPATA. Peretola. Più memoria e coerenza !

PDFStampaE-mail
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
e COMITATO  PICCOLI  AZIONISTI  TOSCANA  AEROPORTI
A  tutti  i quotidiani  locali e nazionali

Pisa, 13 Luglio 2018
Oggetto: Peretola. Più memoria e coerenza
Le dichiarazioni del coordinatore della Lega toscana Vescovi e del consigliere regionale leghista Alberti, favorevoli al Master Plan della pista 12-30 di 2400m di Firenze, vengono contraddette dall'On. Borghi, che ricorda loro la posizione ufficiale della Lega toscana, la quale prevede la messa in sicurezza e sviluppo del Vespucci, attuando le prescrizioni della VIA ministeriale del 2003, che permetterebbe l'allungamento dell'attuale pista 05-23 a circa 2000m.
Il Capogruppo regionale 5 Stelle, Giannarelli, sarebbe favorevole alla pista 12 30, parallela all'A11, purché di 2000m, perché quella di 2400m “è irrealizzabile per le 140 prescrizioni”. Ricordiamo a tutti che l'area d'insediamento della 12 30 è lo stesso e pertanto le prescrizioni permangono e che il TAR ha bocciato l'inserimento della pista 12 30 nel PIT. A meno di pronunciamenti contrari del Consiglio di Stato, le sentenze si rispettano.
Chiediamo a Giannarelli di chiarire perché la Regione non ha mai verificato l'ottemperanza alle prescrizioni, tuttora obbligatorie, della VIA del 2003, confermate anche da un Decreto Decisorio del Presidente della Repubblica. Se Giannarelli pensa di esser stato frainteso, per il montaggio della sua intervista, fatto da RAI 3, ne chieda la trasmissione integrale. Ne ha diritto. Così come hanno diritto i cittadini di coerenza da parte di chi dovrebbe rappresentarli.

Il Presidente dei Piccoli Azionisti T.A               Il  Presidente Associazione degli Amici di Pisa
Dott. Gianni Conzadori                                            Dott. Stefano Ghilardi

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (Stampa 07.2018_adp_cpata_più_memoria_e_coerenza.pdf)ADP e CPATA. Peretola, più memoria e coerenza ! 56 Kb
 

Gli "Amici di Pisa" ricordano alla Giunta Conti i problemi di Pisa

PDFStampaE-mail
COMUNICATO STAMPA
GLI “AMICI DI PISA” RICORDANO ALLA NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE I NERVI SCOPERTI DEL TERRITORIO PISANO IN MATERIA DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO DELL’IMPIANTO SOCIO ECONOMICO, ALLA DIFFUSIONE DELLA SUA ARTE, STORIA E CULTURA.

Pisa, martedì 10 Luglio 2018, 2019 in stile pisano

Terminata la lunga sessione elettorale, nominata la nuova Giunta Comunale, nell’attesa dell’insediamento del Consiglio Comunale appena eletto, gli “Amici di Pisa” fanno presente i problemi strutturali del nostro territorio che deve trovare anzitutto un nuovo ed efficace sistema di lobby territoriale volto alla protezione dagli attacchi alle sue eccellenze perpetrate da ogni dove. Ad esso si deve affiancare un rinnovato amore per il territorio, tirando a lucido, promuovendo in ogni occasione, qualsiasi tipo di qualità che il territorio propone. E tutti noi sappiano quanto esso sia grandemente oppresso e inespresso. Alla nuova Amministrazione Comunale chiediamo quell’impegno forte e deciso a tutelare il nostro aeroporto “Galilei” promuovendo la costruzione di quella terza pista che renderebbe inutile la già progettata pista da 2000 metri a Peretola, per di più rischiosa per i trasportati e per i sorvolati avverso la quale gravano tanti ricorsi di cittadini organizzati che la politica non ha ascoltato. Ricordiamo alla nuova Amministrazione Comunale la necessità di opere infrastrutturali per il benessere della collettività e la sua qualità della vita: la Tangenziale di Nord Est, per la quale la Regione Toscana ha già in mano 43 milioni di euro frutto della scellerata vendita delle azioni ex Sat in suo possesso, ricordiamo i pericoli gravissimi che il nostro Litorale Pisano corre con la costruzione della Darsena Europa a Livorno altro doppione infrastrutturale come Peretola. Per opere molto meno impattanti rispetto a quella livornese, a Fregene si sono erosi decine di metri di arenile.  Ricordiamo il problema di dare spazi alla Robotica delle Università Pisane: perché non cambiare destinazione d’uso della Caserma Artale di via Roma o edificare laddove possibile una Cittadella della Robotica prima che altri ci portino via anche questa eccellenza. Ricordiamo alla nuova Amministrazione Comunale, ma anche a quelle adicenti, la necessità di far cessare la secolare “diaspora del pisano” che è la causa di tutti i mali di Pisa: i pisani divisi in vari comuni come adesso, non hanno quel “peso istituzionale” che il territorio e le sue eccellenze richiedono. Chiudiamo anche con il restauro della Cittadella: torni ad essere il Cantiere della Nautica Medievale della Repubblica Marinara. Gli “Amici di Pisa” sono pronti a rinnovare il loro impegno per amore verso il territorio: guai fare finta di nulla.
IL PRESIDENTE
(Dr Stefano Ghilardi)
   

Pagina 1 di 105

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>