Associazione Amici di Pisa

Spopolamento. Conferenza ADP per Venerdì 11.10 ore 17.45

PDFStampaE-mail

SPOPOLAMENTO DI PISA. CONFERENZA DEGLI "AMICI DI PISA" CON SIMONE LO MONACO.

RAPPORTO DEMOGRAFICO PISANO 2019: QUANTI SIAMO? QUANTI ERAVAMO E QUANTI SAREMO.

Si terrà venerdì 11 ottobre dalle ore 17:45 presso la sede degli Amici di Pisa in Via Pietro Gori 17 una conferenza pubblica sulla demografia pisana.

Partendo dagli ultimissimi dati disponibili e attraverso l'esposizione statistica dell'evoluzione quantitativa delle componenti demografiche della società pisana vedremo quali sono i numeri della popolazione pisana, tratteremo inoltre l'evoluzione storica dal dopoguerra ad oggi allargando la descrizione anche ai comuni dell'Area Pisana.

Sarà cosi possibile capire da quanti residenti è formata oggi la nostra comunità e da quali componenti.

Partendo da questi utili e interessanti dati vedremo anche quali sono le principali cause di determinati fenomeni, in particolare le cause della diminuzione della popolazione e del suo rapido invecchiamento.

Illustreremo infine quali a nostro avviso debbono e possono essere le misure da attuare per gestire queste notevoli mutazioni sociali.

 

L'Alta Velocità ferroviaria è utile al "Galilei" e al pendolarismo

PDFStampaE-mail

ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA E

COMITATO PICCOLI AZIONISTI DI TOSCANA AEROPORTI

A  tutti  i quotidiani  locali e nazionali

Pisa, 5 Ottobre 2019

Oggetto: l’ Alta Velocità  (AV) è indispensabile al Galilei

Sindaco di Firenze Nardella ha proposto un gemellaggio olimpico con Bologna e la realizzazione di una serie di infrastrutture fiorentine per vincere l’aggiudicazione dei  Giochi. Il Sindaco di Bologna Merola ha subito risposto di “voler presentare al Governo la proposta di creare un aeroporto unico Firenze/Bologna per: “ aggregare fiere, offerta turistica e promuovere l’Asse Appenninico come area di benessere e turismo enogastronomico”.

L’ex Premier Prodi ha replicato: “ Per vincere, la candidatura alle Olimpiadi 2032, va allargata all’Italia. Firenze e Bologna da sole non bastano… Le Olimpiadi hanno portato deficit impressionanti un pò ovunque…i Giochi dovrebbero essere ampiamente diffusi sul territorio nazionale…. senza prevedere ipercostruzioni e con una spesa tollerabile e compatibile col territorio”.

Franco Carraro, rappresentante del Comitato Internazionale Olimpico, ha risposto, alla domanda rivoltagli sull’urgenza di dotare Firenze del nuovo aeroporto: “ non è indispensabile, con l’AV, in 25’, da Bologna si raggiunge FIRENZE”.

Il buon senso dei due interventi, derivante da un’ampia esperienza internazionale, ammoniscono che l’interesse generale deve prevalere su quello localistico e le opere devono essere territorialmente compatibili ed avere costi sostenibili ed evidenziano che il Galilei, pur essendo più vicino a Firenze del Marconi, non viene  considerato nel network collegato al turismo olimpico, perché non servito dall’AV. Alfredo Roma, ex Pres. ENAC ed ECAC, fino al 2003, l’aveva già suggerita, per invogliare le compagnie asiatiche a servirsi del Galilei e SAT aveva già avviato studi con l’ex A.D. FS livornese ELIA, però non concretizzatisi. L’attuale A.D. FS Battisti, anche socio Alitalia, ha preannunciato di voler sostituire molte tratte dei voli corto raggio con l’AV e prevederebbe la tratta PI FI.

L’urgenza di tale infrastruttura è emersa durante la Conferenza“ Passato, Presente e Futuro dell’aeroporto San Giusto di Pisa”, organizzata dai Piccoli azionisti TA ed Amici di Pisa, durante la quale esperti idrogeologici e ferroviari  hanno illustrato 3 possibili percorsi AV, optando per un tracciato a Nord dell’attuale linea ferroviaria, che consentirebbe, in meno di 20 minuti, di collegare Firenze con Pisa, offrendo così l'opportunità di utilizzare l’attuale linea ferroviaria come tranvia di superficie, come avviene all’estero. Esempi aeroportuali hanno dimostrato che i passeggeri preferiscono utilizzare aeroporti raggiungibili velocemente. Non si può, dopo un lungo volo aereo, impiegare 1 ora e mezza per raggiungere Firenze o singhiozzare sulla FI-PI-LI.

Hyperloop TT ha già avviato studi di fattibilità e contattato il Governo per realizzare 2 tratti italiani iperveloci, a 1.223 Km/h (9 ’per i 215 Km della Milano-Bologna e 7’ per i 144 Km della Milano-Torino).  Il futuro sarà questo.

Anche  gli studi della Commissione UE suggeriscono di sostituire i voli con l’AV, sulle tratte fino a 500Km, per diminuire l’inquinamento acustico ed atmosferico.

La vocazione intercontinentale del Galilei sarebbe favorita dall’AV, che servirebbe ad invertire i risultati allarmanti registrati a Pisa, da gennaio ad agosto 2019, 3.684.238 pax  (-2,3% sul 2018, regredendo  lo scalo al 12° posto della graduatoria nazionale), mentre contemporaneamente sono cresciute: Firenze, del +3,2%, con 1.901.482 pax e Bologna, del +9,7%, con 6.279.757 pax  (salendo così al 7° posto della grad. naz.). In particolare, nei mesi di giugno e luglio, a fronte della crescita del Vespucci,  il Galilei ha perso addirittura il 5,6% e 6,2%.

Il Presidente del  Comitato Piccoli Azionisti TA

Dott. Conzadori Gianni

Il Presidente dell' Associazione Amici di Pisa

Dott. Ghilardi Stefano

 

L'Aeroporto di Pisa tra passato, presente e futuro. Il resoconto del convegno.

PDFStampaE-mail

ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA

COMITATO PICCOLI AZIONISTI

Pisa, 29 Settembre 2019

Oggetto: Resoconto Convegno “Aeroporto di Pisa San Giusto- Passato, presente e futuro” del 28 Settembre 2019 presso la Sala Conferenze dell’Unicoop Firenze Sezione di Cisanello.

Il Convegno è iniziato alle ore 10 con il saluto agli ospiti ed ai partecipanti all’incontro da parte del Vice presidente della Sezione ospitante Sergio Brondi, dopo di che la parola è passata al Presidente del Comitato Piccoli Azionisti T.A Gianni Conzadori, organizzatore con la Sezione Coop Firenze dell’incontro, che allarmati dal decremento del 1° semestre 2019 e soprattutto dei mesi estivi, del numero di passeggeri in arrivo e in partenza dal Galilei e della proposta fiorentina del gemellaggio olimpico con Bologna, hanno proposto a 10 conferenzieri di analizzare le problematiche territoriali influenzanti lo sviluppo aeroportuale

L’ex Sindaco Fontanelli e l’ex presidente S.A.T. Avv. Cavallaro, hanno ricordato il periodo dell'ottima gestione pubblica di SAT, da loro vissuto accanto all'ex AD Ing. Ballini, che aveva portato il Galilei ad inserirsi al 9° posto della top ten aeroportuale nazionale. Hanno poi analizzato la vicenda dell'OPA ed il conseguente passaggio della maggioranza azionaria al capitale privato  di Corporacion America Italia (CAI ), interessata alla fusione del Galilei con il Vespucci ed al progetto di un nuovo aeroporto fiorentino, le cui vicende stanno purtroppo ritardando gl'investimenti programmati su Pisa.

Il Gen. Luciano Battisti ha parlato del Galilei, facendo riferimento al Master Plan di sistema di tutti gli aeroporti toscani, a suo tempo commissionatogli dall'Assessore Marson, e delle sue esperienze di pilota civile e di Responsabile della Sicurezza Volo in campo nazionale ed internazionale.

Piero Marcheschi, ex Caposcalo Alitalia, di  SAT, ha confermato il grande sviluppo del Galilei durante la gestione Ballini e che  la cessione della maggioranza societaria ai privati, ha mutato i rapporti tra dirigenza e lavoratori ed a oggi ridimensionato le aspettative pisane sul Galilei.

La dott.ssa Mariotti, ha parlato del progetto della Cittadella Aeroportuale, già approvato a livello comunale e che avrebbe dovuto catalizzare su Pisa l'organizzazione di convegni internazionali ed  accogliere così migliaia di ricercatori attirati dall’importanza delle nostre università, dal SSSUP Sant'Anna e dal polo ospedaliero pisano. Il progetto, purtroppo non ha avuto seguito e questo naturalmente danneggia anche il turismo congressuale, invece importante per la nostra città;

La dott.ssa Zuccaro ha analizzato la sostenibilità del Piano Economico Finanziario(PEF) del Pisamover, anche in funzione del calo del numero di passeggeri attesi sul Galilei e le prevedibili onerose conseguenze a carico dei pisani, per le clausole di salvaguardia previste dalla convenzione con  PISAMOVER SPA.

L'imprenditore turistico Antonio Veronese,  ha rilevato che tuttora non viene sfruttata l’enorme potenzialità turistica della città; i turisti si fermano a Pisa solo poche ore e quindi contribuiscono finanziariamente poco all’economia cittadina; occorrerebbe   rivitalizzare l’offerta turistica, trattenendo i turisti per fargli conoscere meglio la nostra offerta territoriale.

L’ex presidente degli “Amici di Pisa”, Franco Ferraro, ha evidenziato che il turismo soffre anche per il fatto che il nostro territorio è carente di infrastrutture; ancora non è stata realizzata la Tirrenica che dovrebbe collegare la Liguria con la capitale attraversando tutto il litorale toscano, da tempo si parla di raddoppiare la FIPILI e l’ A11, che permetterebbero di migliorare i collegamenti tra la Toscana centrale e il litorale ed ha proposto che venga presa in considerazione la costituzione formale di una Toscana costiera, comprendente le provincie di Pisa, Lucca e Livorno, che da sole dispongono di strutture turistiche, insediamenti universitari e ospedalieri di primaria importanza oltre che di 1 aeroporto intercontinentale ed un vicino porto; tutto ciò la metterebbe in competizione con la Toscana orientale che, dominata da Firenze, fagocita per se ogni finanziamento pubblico.

L’architetto Roberto Martini ha illustrato il progetto di una terza pista per il Galilei ( tenendo presente che l’attuale seconda pista è soltanto una via di rullaggio) che consentirebbe di incrementare i voli, evitando il passaggio di questi sulla città ed eventualmente di posizionare un nuovo terminal in zona meno vicina ai quartieri della città. Tale pista a suo tempo fu proposta da Ballini per gli evidenti benefici in termini di minor rumore ed inquinamento.

Il dott. Claudio Belli, ha presentato il progetto di una nuova TAV che, avendo un tracciato a Nord

dell’attuale linea ferroviaria, consentirebbe l’utilizzo di treni super veloci che permetterebbero di raggiungere Firenze da Pisa e viceversa, in metà tempo di quello attuale ( anche meno di 30 minuti ) con l'opportunità di utilizzare l’attuale linea ferroviaria come tranvia di superficie che, toccando più stazioni rispetto ad ora, sarebbe di enorme utilità per i pendolari.

La riunione si è conclusa alle ore 13, con il plauso di tutti convenuti per la dovizia dei dati evidenziati dai vari conferenzieri. Il Com.te  Conzadori ha ringraziato i politici comunali locali presenti, ( Pizzanelli, Brondi, Nerini ), ma ha  anche rilevato che, nonostante fossero stati invitati, non sono intervenuti i rappresentati delle organizzazioni imprenditoriali che avrebbero avuto tutto l'interesse a fornire un loro fattivo contributo al dibattito.

Infine un ringraziamento è dovuto all’emittente Granducato TV che, presente al convegno, ha consentito, a chi non vi ha potuto partecipare, di prendere visione degli argomenti trattati.

Presidente Comitato Piccoli Azionisti T.A.   - Dott. Gianni Conzadori

Presidente Associazione degli Amici di Pisa- Dott. Stefano Ghilardi

   

Venerdì 4.10 ore 17. Roberto Balestri ne "la Regata di San Ranieri"

PDFStampaE-mail

L’Associazione degli Amici di Pisa

per il ciclo “La Marineria Pisana nei secoli”

PRESENTA una CONFERENZA su:

LA REGATA DI SAN RANIERI: UN VIAGGIO NEL PASSATO DI PISA

Relatore: Roberto Balestri

venerdì 4 ottobre 2019 (2020 S.P.) ore 17.30

presso la sede sociale, in via Pietro Gori n.17

La S.V. è gentilmente invitata

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (Invito conferenza Balestri_marineria_pisana_neisecoli_ 4.10.19.pdf)Venerdì 4.10 ore 17. Roberto Balestri ne "la Regata di San Ranieri" 59 Kb
 

Amici di Pisa. Programma delle attività del IV trimestre 2019

PDFStampaE-mail

a  tutti  i soci ed ai simpatizzanti

Pisa, Venerdì 20 Settembre 2019 -2020 in stile pisano

Cari Soci, gentili Socie,

con l’approssimarsi dell’Autunno, l’attività dell’ Associazione riprende con intensità, sia sotto l’aspetto prettamente culturale sia impegnandosi per favorire le condizioni per uno sviluppo dell’impianto socio/economico di Pisa.

In primis desidero esprimere un ringraziamento ai Soci che hanno consentito di organizzare in modo esemplare le cerimonie celebrative del “6 Agosto- Die di Santo Sisto”; un grazie al numeroso pubblico che ha assistito nella Chiesa di S. Sisto in Cortevecchia alla Santa Messa officiata da Don Francesco Barsotti.

Un ringraziamento particolare anche alle Autorità presenti ed ai rappresentanti dei rioni del Gioco del Ponte, della Compagnia dei Balestrieri, del Labaro del Comune di Pisa accompagnato dai figuranti, quello della Provincia, dell’ Associazione dei Marinai d’ Italia, dei gruppi storici in costume che hanno dato così maggior lustro a Lo Die di Santo Sisto edizione 2019.

Il dottor Claudio Luperini ha concluso la cerimonia relazionando su: “ Antonio Pacinotti, matematico e scienziato pisano “

Come soci onorari di quest’anno sono stati designati il prof. Paolo De Simone e il dottor Daniele Pezzati per il loro fondamentale contributo alla medicina e alla chirurgia nell’ospedale pisano.

Infine desidero aggiungere che anche quest’anno il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ci ha voluto onorare inviando una lettera di felicitazioni per i festeggiamenti de “ Lo Die di Santo Sisto “ e una bellissima medaglia coniata per conto della Presidenza a ricordo dell’evento.

Passando agli eventi previsti dal nostro Sodalizio per i prossimi mesi del 2019  segnaliamo che Le conferenze si terranno alle ore 17.30 nella sede di via Pietro Gori n. 17, recentemente ristrutturata.

Venerdì 4 ottobre: Roberto Balestri: „ La regata di san Ranieri. Un viaggio nel passato di Pisa“;

Venerdì 11 ottobre: Simone Lo Monaco: „ Report demografico pisano 2019. I numeri della popolazione pisana ieri, oggi e domani“;

Venerdì 18 ottobre: Lorenzo Gremigni: „ Il vernacolo pisano: lingua viva o ricordo letterario“;

Martedì 22 ottobre:“  I 61 anni dell’Associazione „; seguirà incontro conviviale.

Venerdì 8 novembre: A 525 anni dalla nascita della seconda Repubblica Pisana, Stefano Sodi relazionerà su: „ La città di Pisa nella seconda metà del Quattrocento nella visita pastorale del 1462-1463 „;

Venerdì 15 novembre: Fabio Vasarelli: „ Il nodo ferroviario di Pisa del 1844 ad oggi: storia, immagini, prospettive „;

Venerdì 22 novembre: Gabriella Garzella: „ Oltre la Francigena. Il ruolo di Pisa come nodo di comunicazioni in età medievale“;

Venerdì 29 novembre: Sergio Pinna: „ Il cambiamento climatico: la religione del XXI secolo  „;

Venerdì 6 dicembre: Maria Luisa Ceccarelli Lemut: „ Portum Pisas. Porto Pisano e la dimensione mediterranea di Pisa medievale“;

Venerdì 13 dicembre: auguri di Natale e incontro conviviale.

Infine informiamo che in collaborazione con il  „ Comitato piccoli azionisti Toscana Aeroporti „ Sabato 28 Settembre, alle ore 10 presso la Sala delle conferenze dell‘ Unicoop di Cisanello (entrata laterale supermercato ) si terrà una confernza su: „ AEROPORTO DI PISA SAN GIUSTO: PASSATO, PRESENTE E FUTURO „, con la partecipazione esperti nel settore ed esponenti politici locali.

Per concludere, informiamo che sono in corso le iscrizioni per l’anno 2020; chi lo desidera può versare la quota sul c.c. bancario  -IBAN: IT39R 05034 14024 000000120458- o sul c.c postale n. 13757562 intestati al sodalizio.

Per favorire l’adesione al nostro sodalizio anche ai più giovani il Direttivo, per ora, ha deciso di confermare anche per 2019 le quote di iscrizione che sono:

SOCIO ORDINARIO: € 25,00

SOCIO BENEMERITO: € 40,00

Ricordiamo che di norma, la sede sociale è aperta il martedì ed il venerdì pomeriggio dalle 17 alle 19 e il sabato mattina su appuntamento. Per confermarne l’effettiva operatività telefonate allo 050.49905 oppure al  335.6670238.

Con i più affettuosi saluti.

Il  Presidente  (Dr. Stefano Ghilardi)

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (Comunic. soci 20.9.2019 Programma IV Trim. 2019.pdf)Amici di Pisa. Programma attività IV° Trimestre 2019 110 Kb
   

Pagina 1 di 119

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>