Associazione Amici di Pisa

Il calo demografico cittadino e il Comune Unico Pisano: la campagna elettorale non volti le spalle al vero problema

PDFStampaE-mail

COMUNICATO ALLA STAMPA LOCALE E NAZIONALE

Pisa, sabato 2.12.2017- 2018 S.P.

OGGETTO:  Declino demografico di Pisa e Comune Unico Pisano

Gli “Amici di Pisa” intendono porre all’attenzione della città, delle sue istituzioni, delle sue parti economiche e sociali, la questione del declino demografico delle nostre comunità.

Questo declino, misurabile attraverso i dati ISTAT, ci dice che Pisa oltre aver  perso  negli ultimi decenni, dal 1981 ad oggi, circa 15 mila residenti, vede la sua popolazione sempre più vecchia; oltre un residente su quattro ha più di 65 anni, per ogni giovane ci sono 2,3 anziani; la popolazione attiva è in forte diminuzione.

Una città meno popolata, più vecchia, con pochi giovani, è una città più povera, con tante case e negozi vuoti, ma anche più triste con pochi bambini e parchi vuoti; in sintesi ha poca proposizione verso il futuro.

I comuni vicini  hanno assorbito molta parte dei residenti in questi anni, ma anch’essi sembrano avere raggiunto un punto di saturazione e quest’anno, per la prima volta dal 1931, ovvero dopo 86 anni di continua e costante crescita, molto probabilmente anche il Comune di Cascina verrà decrescere il numero dei suoi residenti nel frattempo arrivati alla cifra di oltre 45 mila.

Un altro dato da far presente è il numero dei non italiani, il loro arrivo attenua ma non completamente questo declino.

Questi fenomeni vanno affrontati immediatamente; servono politiche per la natalità, per le famiglie, per gestire i servizi con una popolazione così composta; per noi resta fondamentale il tema del Comune Unico, che è l’unica e più efficace risposta per avere maggiore forza istituzionale, maggiore attrattività per gli investimenti, maggiori risorse da destinare ai servizi al cittadino.

Come “Amici di Pisa”, con le nostre analisi e le nostre proposte, non mancheremo di dare il nostro contributo che, nostro malgrado, spesso ci accorgiamo essere isolato e originale.

Queste evoluzioni richiedono la massima attenzione da parte dei nostri amministratori, attuali e futuri, e devono essere sicuramente tema di confronto durante la imminente campagna elettorale a Pisa.

Il Presidente
Dr. Franco Ferraro

 

Venerdì 1.12 ore 17. Il Vernacolo di Carlo Caterini

PDFStampaE-mail

Venerdì 1 Dicembre 2017-Carlo Caterini presenterà il suo libro in vernacolo.

L' “ Associazione degli Amici di Pisa “ CATERINI - annuncia che Venerdì 1 Dicembre,  alle ore 17,00 presso la propria sede in Via Pietro Gori n. 17, nell’ambito delle “ Conferenze sulla Pisanita’ “, Carlo Caterini presenterà il suo libro:

“ LE FAVOLE DER CATERINI – DU’ CHIACCHIERE TRA ANIMALI DI ‘ASA        NOSTRA“.

Saranno inoltre presenti:

-        Benozzo Gianetti – direttore di “ Er Tramme “;

-        Mario Messerini – attore vernacolo del C.G.S.;

-        Paolo Gianfaldoni – autore della prefazione;

-        Antonella Caterini – autrice delle illustrazioni

La cittadinanza è invitata.

 

L'inutile e dannosa abolizione delle Province. Avevamo previsto tutto.

PDFStampaE-mail

COMUNICATO ALLA STAMPA LOCALE E NAZIONALE

Pisa, lunedì 27 Novembre 2017- 2018 S.P.

OGGETTO:  L’inutile e dannosa abolizione delle Province.

Gli “Amici di Pisa” sono nuovamente costretti a far presente ai cittadini e in particolar modo ai politici locali che fummo facili profeti quanto riunimmo intorno alla nostra Associazione altri sodalizi con noi convinti che l’abolizione delle province non solo non avrebbero minimamente intaccato la spesa pubblica, ma avrebbe provocato il caos nelle Amministrazioni Locali non avendo in primis attribuito in modo organico, i compiti fino ad allora svolti dalle Province ad altro Ente territoriale. Oltre che non aver definito con raziocinio la collocazione del personale in altre strutture operative in tal senso.

In una nostra nota del Luglio 2013 (che trovate nel contenuto "nostri Comunicati Stampa") facemmo presente che le Province sono radicate nel midollo degli Italiani, rappresentano l’identificazione territoriale e quel sentimento d’appartenenza che raramente troviamo così profondo e vivo in altri Stati”.

Ora, autorevoli rappresentanti della Stampa (vedi quanto denunciato dal direttore de La Nazione, Francesco Carrassi ) sono costretti a dichiarare : “Province KO, povere scuole”; quindi non fummo cattivi profeti e nemmeno i soliti “giapponesi pisani”, ma realistici osservatori della politica pisana e nazionale, fino ad ora difficilmente smentiti dai fatti.

Il Presidente
Dr. Franco Ferraro
   

Bocciato ricorso ADF su Peretola. Perchè si è taciuto ?

PDFStampaE-mail
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
E    Comitato Piccoli Azionisti Toscana Aeroporti

A  TUTTI  GLI ORGANI  DI STAMPA LOCALI  E  NAZIONALI

Pisa, 24 Novembre 2017

Oggetto:  Bocciato ricorso ADF su Peretola. Perchè si è taciuto?

"Il 4.1. 2003 i Ministri  dell'Ambiente e dei Beni Culturali firmarono il parere positivo sulla compatibilità ambientale del Master Plan di sviluppo del Vespucci, per gli anni 2000 /2010,  emanando il Decreto  di VIA 676/2003, con prescrizioni ambientali e soprattutto di Sicurezza Volo a totale carico della Società di gestione Aeroporti di Firenze (AdF).

Contro tale VIA  AdF presentò Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica, che fu respinto il 5.06.2012, per cui tuttora le prescrizioni previste dal Decreto sono obbligatorie. Esse prevedono, per garantire la sicurezza dei voli, la costruzione di una via di rullaggio e l'interramento di un tratto di A11, i cui oneri potrebbero oggi ricadere su Autostrade, visto il suo progetto in itinere di allargamento a tre corsie dell'A11.

Nel frattempo il traffico aeroportuale è quasi raddoppiato, ma le prescrizioni dal 2003 sono rimaste disattese. Stupisce che gli organi di controllo non abbiano eccepito nulla sulla sicurezza dei terzi trasportati e sorvolati .

La Regione oltre ad esser stata azionista di AdF, quale Ente di programmazione territoriale avrebbe dovuto attivarsi immediatamente. Lo stesso Nencini, Viceministro dei Trasporti ed Infrastrutture, avrebbe dovuto pretendere subito l'attuazione delle prescrizioni previste. E perchè si è taciuto sino ad ora sul rigetto del ricorso di AdF? A chi è giovato? Non a Pisa!"

Il Pres. dell'Associazione Amici di Pisa -  Dottor Franco Ferraro
Il Pres. del Comitato Piccoli Azionisti TA -  Dottor Gianni Conzadori

 

Venerd' 24.11 ore 17. Prof. Mallegni e il Giotto ritrovato

PDFStampaE-mail

Associazione degli Amici di Pisa

Venerdì 24  Novembre 2017  ( 2018 S.P. ) ore 17

presso la sede sociale sita in Pisa, via Pietro Gori n. 17

già via San Giovannino, traversa di Via S. Martino- Quartiere Kinzica

il professor  FRANCESCO  MALLEGNI ci intratterrà su:

“   GIOTTO  RITROVATO “

La S.V. è gentilmente invitata

   

Pagina 1 di 98

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>